PiùCheese, anzi molto di più, è atmosfera e tempo che si ferma

Il 23 gennaio scorso entravo per la prima volta in un piccolo locale a Pesaro. Pochi giorni prima avevo notato un post su Facebook, che promuoveva una cena con abbinamento cibo vino, “Tra i Colli Maceratesi”. In linea con l’ obiettivo del nuovo anno appena iniziato. Partecipare a più occasioni possibili, per conoscere nuovi ristoranti, enoteche e cantine. Non ho esitato a prenotare per due. Quella sera i vini Cantine Saputi sarebbero stati i protagonisti di una serata in una realtà, PiùCheese, che si definisce “Bottega e Cantina con Sofà”

Appena si entra si capisce il perché.

Il locale è diviso in due zone da un arco. La prima, dove si entra, è caratterizzata da una zona bottega, con una sezione dedicata ai formaggi, che cattura l’ attenzione. Nell’ altra sala invece ci ha accolti una grande tavolata conviviale pensata per unire persone di tutte le età. Altri tre tavoli completavano la scena, con bottiglie in evidenza, arredi che ricordano quelli di casa della nonna e poltrone per una pausa rilassante. Leggendo un buon libro, sorseggiando un calice di vino.Tavola conviviale PiùCheese Pesaro

Dettaglio zona enoteca PiùCheese PesaroNon mi aspettavo una tavolata unica e come spesso accade in queste occasioni, all’ inizio c’è un pò di distacco e diffidenza, ma ben presto tutto si stravolge. È stata una serata piacevolissima, tra chiacchiere e risate, contorno ideale per una degustazione con il produttore.

Alvaro Saputi infatti ci ha raccontato i vini in degustazione e la storia della sua azienda.

Nata nel  1962 è arrivata alla quarta generazione. Proprio lui si è impegnato per valorizzare il territorio e la sua produzione. Siamo a Colmurano nel cuore delle Marche e il focus di Cantine Saputi è il vitigno Ribona. Anche in versione Spumante oltre che Colli Maceratesi. I vitigni internazionali trovano spazio e interpretazione, come il Merlot “Abate Pallia” che abbiamo degustato. Non mancano Verdicchio, Passerina e il Rosso Piceno “Castru Vecchiu”, che prende il nome dall’ antico vigneto, insediamento colmuranese, chiamato così già dai Piceni. Anche questo in degustazione.

Alvaro Saputi degustazione Tra i Colli Maceratesi gennaio 2020 Ribona Spumante Metodo Martinotti Cantine Saputi Colli Maceratesi Ribona Cantine SaputiE i padroni di casa? 

Accoglienza e servizio attento, ma discreto, massima disponibilità, anche nei bis, nonostante il piccolo prezzo di 25,00 euro, davvero piccolo per quanto proposto. Pur non trattandosi di un ristorante abbiamo davvero apprezzato i piatti. Salumi di qualità, crespella con funghi e ricotta mista di Fontecorniale, sformatino di polenta con ragù d’ anatra e un dolce finale a sorpresa. Una crostata dedicata alla Cantine Saputi. Nota di merito per il  tagliere di formaggi erborinati, compreso il celeberrimo Stilton, che non avevo mai avuto occasione di mangiare prima. Curiosità a mille visto quanto è citato nei testi AIS come esempio per i formaggi erborinati ed eventuali abbinamenti.

Tagliere Salumi serata degustazione Tra i Colli MaceratesiCrespella con funghi e ricotta mistaTra saluti e volontà di ricreare lo stesso tavolo alla prossima serata, uscendo mi sono ripromessa di tornare prima per un aperitivo, per scattare le foto della zona bottega e per acquistare qualche formaggio. Sappiamo tutti poi com’è andata.

Per la zona di Pesaro però PiùCheese non si ferma e consegna a domicilio la spesa quotidiana e i suoi ricchi taglieri. Qui la pagina Facebook se volete saperne di più.

Ma torniamo un attimo ai vini.

Salutando il Signor Saputi, l’ arrivederci è stato per l’ estate, in cantina da loro per una cena in vigna.

In questo clima paradossale, in cui le tavole conviviali sono un ricordo così lontano, così come una spensierata sera d’ estate tra i filari, mi è sembrato bello ricordare questa piacevole serata. Rosso Piceno Castru Vecchiu Cantine Saputi

Ricordiamoci i luoghi dove siamo stati bene e torniamoci quando sarà possibile! Ecco, PiùCheese è uno di quei luoghi, che mi devo ricordare! Quando Riccione e Pesaro non saranno divise dallo stop tra regioni, ma torneranno a quei pochi minuti di macchina percorsi ogni settimana per mesi, quando frequentavo i corsi AIS.

Come forse avrete notato, non ho inserito foto dei formaggi, l’ essenza di PiùCheese, neanche dell’ ottimo tagliere. Un caso? No, una scusa in più per tornare e riparlarne.

Quindi arrivederci PiùCheese, arrivederci Cantine Saputi e arrivederci compagni di tavolata, alla prossima!

Arredi PiùCheese Pesaro Se vi va di condividere un ricordo legato ad un vostro momento, fatelo in un commento, sarà un piacere leggerlo!

Intanto vi aspetto su Instagram, o se preferite su FB, in attesa di ritrovarvi per il prossimo articolo.

A presto

Lara

Scrivi un commento