La quarta edizione di Milano Wine Week dal 2 al 10 ottobre 2021 coinvolgerà tutta la città con iniziative per appassionati, operatori e una novità, l’ App “W”, per un’ esperienza personalizzata al massimo

Mancano solo quindici giorni al 2 ottobre, all’ inaugurazione della quarta edizione di Milano Wine Week. L’ unica manifestazione del mondo del vino che non ha saltato nemmeno un anno e si è sempre svolta anche in presenza. Questo senza ignorare il periodo e la necessità di garantire la sicurezza a tutti.

Lo scorso anno l’ evento si è ampliato grazie alla Digital Wine Week. Piattaforma digitale attiva anche per il 2021, che ha permesso di seguire parte della Milano Wine Week  a distanza e ha creato connessioni, relazioni e business tra operatori. Le masterclass sono diventate internazionali e in questa edizione collegheranno Milano con 11 città di 7 Paesi nel mondo.Back to Wine Milano Wine Week 2021

Ne avevamo parlato qui sul blog e quest’ anno ritroviamo alcuni elementi vincenti proposti nell’ edizione 2020. Martedì 14 settembre 2021 si è tenuta la conferenza stampa in cui il fondatore Federico Gordini, con l’ aiuto dei suoi ospiti, ha presentato il programma. Programma che a breve sarà riportato nel dettaglio anche sul sito. Io lo sto aspettando con trepidazione per poter organizzare i miei giorni a Milano. Finalmente dopo un anno di partecipazione digitale tornerò di persona e non vedo l’ ora. In attesa di avere un’ idea più chiara delle mie giornate vediamo cosa ci aspetta in questa edizione.

Masterclass, formazione, eventi in città

Questi gli appuntamenti ormai immancabili, che caratterizzano la Milano Wine Week in un mix tra attività per i consumatori, per gli operatori, formazione e networking. Il centro della manifestazione resta sempre Palazzo Bovara dove si svolgerà la maggior parte di masterclass e seminari. Anche quest’ anno le masterclass internazionali saranno trasmesse live in collegamento con una o più città. Alcune parteciperanno per la prima volta, come Londra, Chicago, Montreal, Tokyo e Hong Kong. Nelle sedi scelte 30 operatori del settore selezionati potranno vivere la stessa esperienza degustando i vini della masterclass in corso.Esempio programma giornaliero Milano Wine Week 2021

Le degustazioni milanesi però non si limiteranno a Palazzo Bovara, ma ancora una volta si terranno  in vari punti della città e in forme diverse. Più immediate e veloci per appassionati o curiosi e più didattiche per operatori del settore o per appassionati interessati a qualcosa in più. Uno dei luoghi dedicati alle degustazioni sarà ancora una volta il Babila Building, dove verrà allestita l’ Enoteca di Milano Wine Week.

Gli eventi rispetteranno il distanziamento, le norme richieste dalla situazione che ancora stiamo vivendo e saranno accessibili solo con Green Pass. Le sale delle location principali inoltre saranno dotate di adeguati sistemi per la purificazione dell’ aria.

Cibo e vino, Wein Tour e Founding Supporter

Come nelle precedenti edizioni attività e locali parteciperanno attivamente alla Milano Wine Week proponendo menù dedicati ed esperienze pensate per l’ occasione. L’ abbinamento cibo e vino sarà centrale in eventi show cooking e wine pairing, per contribuire al rilancio di un settore messo in forte difficoltà dalla pandemia. Tante di queste esperienze vissute grazie all’ App “W”, potranno regalare anche dei premi, ma di questo parleremo tra poco.Gli eventi in città Milano Wine Week 2021

Non mancheranno i Wine Tour. Partenza da Milano, direzione cantine in oltre 15 territori tra Lombardia, Piemonte, Emilia, Veneto e Trentino . Tra le mete anche le cantine dei Founding Supporter presenti fin dalla prima edizione, come Guido Berlucchi, Pasqua Vini e Santa Margherita. Queste aziende avranno un ruolo importante anche nella Milano Wine Week 2021.

Ad esempio dopo la prima installazione di Pasqua Vini dello scorso anno a Palazzo Serbelloni, il 5 Ottobre ne verrà inaugurata un’ altra. A BASE Milano, zona Tortona, visitabile da tutti ogni giorno dalle 18.00 alle 22.00. Un’ installazione immersiva tributo al vino e al talento, come ha spiegato durante la conferenza stampa Riccardo Pasqua Amministratore Delegato Pasqua Vini. Un modo per celebrare i 20 talenti che negli ultimi 5 anni hanno comunicato i valori dell’ azienda vinicola.

Tornano anche i Forum e nasce un nuovo evento parallelo

Wine Business Forum il 5 ottobre a Palazzo Bovara e Wine Generation Forum a Palazzo Castiglioni l’ 8 ottobre. Momenti dedicati al confronto, all’ approfondimento, alla discussione e alla formazione. Le nuove esigenze del mercato, le modalità di business al passo con i temi, la generazione Z,  i nuovi approcci dei e con i millennial saranno alcuni dei temi al centro di questi appuntamenti.Wine Business Forum MWW 2021

Prosegue anche la collaborazione con Università Bocconi. Quest’ anno nell’ Auditorium Ferrero giovedì 7 ottobre si terrà il Shaping Wine Forum con un focus sui trend emergenti che impattano sul settore del vino, dalla comunicazione ai nuovi luoghi e modi di somministrazione.

Nuova collaborazione invece con la Vision Milan Glass Week, che si terrà sempre a Milano dal 5 all’ 8 ottobre. Protagonista il vetro con un focus su un futuro sostenibile. Vetro, bottiglie e calici, ma anche sostenibilità, potrebbero dare spazio a interpretazioni e iniziative diverse, soprattutto nei vari District. Vedremo in concreto come si svilupperà.MWW e Vision Milan Glass Week 2021

Le novità della Milano Wine Week 2021 al Megawatt Court

La novità principale però sarà la Wine Business City del 3 e 4 ottobre. Un format ispirato a Milano e ai suoi showroom di moda. Uno spazio con oltre 200 cantine dove organizzare incontri e appuntamenti con produttori e buyer. Sede di questa novità il Megawatt Court  a 15 minuti da Milano, struttura di 9000 mq, che ospiterà anche un’ altra novità, la degustazione dei vini premiati nella Guida Slow Wine 2022. Una nuova collaborazione per Milano Wine Week, che ospiterà in anteprima la presentazione della Guida l’ 8 ottobre. Poi il 9 e il 10, in un doppio appuntamento per garantire il rispetto delle norme anti Covid, proprio al Megawatt Court si potrà degustare una selezione tra le circa 1.400 etichette premiate. Un importante ritorno dopo lo stop dello scorso anno.Wine Business City 3 e 4 ottobre MWW 2021

Nuovi impegni benefici e la presentazione di Coravin Sparkling

Milano Wine Week supporterà il Progetto HiPPO di Humanitas. Un programma di studio e ricerca, per sostenere e valorizzare il lavoro dei giovani ricercatori, che vuole coinvolgere talenti italiani o stranieri, attualmente all’ estero, intenzionati a contribuire a questo progetto in Italia. Il supporto sarà a partire dal brindisi di inaugurazione, che da digitale dello scorso anno torna ad essere in presenza, ma per la prima volta in vari rooftop di Milano. In quell’ occasione tutti i partecipanti potranno fare una donazione e sostenere il progetto HiPPO, ma sicuramente poi ci saranno altri modi per farlo.MWW sostiene il progetto HiPPO Humanitas

Grazie al sodalizio con RDS già iniziato con la conferenza stampa del 5 luglio, il brindisi potrà essere seguito in tutta Italia tramite radio e tv, canale 265 Digitale Terrestre. Anche questa una novità, così come la Cena di Gala del 2 ottobre alle 20.30 in collaborazione con il Consorzio del Brunello di Montalcino, protagonista di uno dei nuovi District della milano Wine Week 2021.

Da venerdì 8 a domenica 10 sarà presente il fondatore di Coravin Greg Lambrecht per il lancio e la presentazione del nuovissimo Coravin Sparkling. Per chi non conoscesse Coravin si tratta di un sistema di conservazione unico, che permette di degustare un calice di vino senza aprire la bottiglia. Così da poterla conservare e degustare dopo giorni o mesi. Un modo per bere meglio e senza sprechi, ovunque. A casa, al ristorante o in enoteca. Ma anche per seguire l’ evoluzione di alcuni vini nel tempo. Pensato finora solo per vini fermi, il nuovo modello estende  questa possibilità anche alle bollicine.

I 10 district di questa edizione

Abbiamo già detto che tutta la città sarà coinvolta nella Milano Wine Week. E anche quest’anno sarà suddivisa in distretti. 10 Wine District che permetteranno di vivere esperienze straordinarie legate a Consorzi e aree vinicole. I quartieri scelti in alcuni casi ospitano anno dopo anno le stesse realtà, rinnovando sempre la proposta e in generale sono zone vive, in continua evoluzione ed espansione, anche per quanto riguarda la nascita di nuovi locali, ristoranti, enoteche e wine bar.I 10 Wine District Milano Wine Week 2021

  1. Franciacorta District in zona Brera, Garibaldi, Solferino
  2. Consorzio dell’ Asti e del Moscato d’Asti DOCG District in zona Sempione, Arco della Pace con due apecar per degustare i prodotti del Consorzio e alcuni appuntamenti con Alessandro Borghese, loro Ambassador
  3. Consorzio di Tutela Conegliano Valdobbiadene Prosecco DOCG torna a Porta Nuova, Gae Aulenti, ormai suo quartiere dopo tre anni di presenza
  4. Consorzio Tutela Lugana DOC District a Porta Romana, zona dall’ ottima evoluzione
  5. Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese District a via Eustachi, via Plinio
  6. Consorzio per la Tutela dei Vini Valpolicella District via Marghera, via Sanzio
  7. Consorzio Tutela Vini d’ Abruzzo District nel quartiere vivo di Porta Venezia
  8. Regione Liguria District in Isola, altro quartiere in notevole espansione negli ultimi anni
  9. Chianti Lovers District sui Navigli per una collaborazione che inizia proprio in questa edizione di MWW
  10. Brunello di Montalcino District in Galleria Vittorio Emanuele, coinvolgerà tutte le attività della Galleria

Per orientarsi e organizzare al meglio le giornate nasce l’ App “W”, presentata in conferenza stampa da Massimiliano Molese CEO Softec .I nuovi Wine District Milano Wine Week 2021

L’ App “W”, un’ altra novità di questa Milano Wine Week

Disponibile per entrambi i sistemi operativi, iOs e Android è scaricabile rispettivamente da App Store o Play Store. Io l’ ho già fatto, è velocissimo, ci si iscrive semplicemente con nome cognome, e mail e password, ma si può accedere anche con Facebook o Google. Una volta entrati si visualizza la home page dove si può effettuare una prima ricerca tra Eventi, Wine District e Circuiti Speciali. Oppure  si può consultare il menu dove oltre alle stesse sezioni, si trovano anche la mappa, i partner, lo scanner QR Code e le info del proprio profilo. Al momento le informazioni non sono ancora complete, tutto entrerà nel vivo a manifestazione iniziata.

Tramite l’ App “W”si potranno anche prenotare le esperienze e si riceverà poi un’ e mail di conferma. Grazie alla posizione sarà possibile conoscere le varie attività disponibili nel distretto in cui ci si trova e si avranno anche le indicazioni per spostarsi da un distretto all’ altro.Presentazione App "W"

La gamification e gli obiettivi dell’ App “W”

A incentivare questa Milano Wine Week itinerante un’ iniziativa di gamification. Dopo tot esperienze vissute, documentabili scannerizzando dei QR Code in loco, si riceveranno dei premi, dei voucher per continuare l’ esperienza sul territorio. Un modo per incentivare l’ enoturismo, le visite in cantina e per dare una continuità dopo l’ evento. L’ App infatti sarà utilizzabile anche dopo la fine della Milano Wine Week. Come poi lo scopriremo. Il primo badge di 10 punti si riceve con la registrazione iniziale all’ App.

L’ App “W” è stata pensata per rendere più interattivo l’ evento e per dare la possibilità di personalizzarlo il più possibile. Ma anche per intercettare preferenze e risposte degli utenti per riuscire a prevedere i nuovi trend di consumo. Viste le tantissime iniziative credo sia molto utile, soprattutto per chi non è di Milano.App "W" per Milano Wine Week 2021

Sperando che funzionerà, le premesse intanto sono ottime. In ogni caso sono sempre disponibili anche la guida e la mappa della Milano Wine Week 2021. Scaricabili dal sito ufficiale, dove possiamo trovare anche tutte le informazioni sugli eventi e a breve il programma, ma anche stampate in 100.000 copie.

Presto scopriremo come sarà l’ esperienza sul campo e io spero che questa panoramica riassuntiva della conferenza stampa che ho seguito online vi possa essere utile.

Che ne dite, ci vediamo a Milano?

Se vi fa piacere, vi invito a leggere anche qualche altro articolo già pubblicato dedicato alla MWW:

Intanto vi aspetto su Instagram, o se preferite su FB, in attesa di ritrovarvi qui.

A presto

Lara

  • *le foto di questo articolo sono screenshot fatti da me durante la Conferenza Stampa MWW

Scrivi un commento