Annullato, Sospeso, Rimandato, sono tutte espressioni, che hanno accompagnato gli eventi più o meno importanti in programma da febbraio ad aprile, legati al vino e non.

Sono due settimane che la situazione è degenerata. Nell’ immediato l’ incertezza era data dal non capire bene la situazione e portava a chiedersi se partecipare o meno ad eventi per cui già ci si era organizzati. Una scelta personale, dove il dubbio rischiava di confinarci tra gli esagerati, eccessivamente prudenti, anzi, paurosi.

Domenica 23 era il giorno di Vini ad Arte a Faenza, mia mamma da Milano mi dava notizie poco rassicuranti e io mi interrogavo se partire per Milano a breve. Morale poco in linea con quello che avrei voluto e ho deciso di saltare la manifestazione, annullata poi per ordinanza il giorno successivo. Niente Milano, è meglio. Poco dopo, il Live Wine Milano 2020 a cui avrei dovuto partecipare l’ 1 e il 2 marzo è stato sospeso.

Nel frattempo anche Cosmoprof, la Fiera più importante dell’ Estetica e della Cosmesi, che seguo da anni come blogger accreditata, è stata spostata dall’ 11 al 15 giugno.

Di ora in ora le Ordinanze si sono susseguite in base alle regioni. Sono state chiuse le scuole, molte aziende hanno scelto lo smart working, i primi comuni della zona rossa hanno dovuto continuare il loro isolamento, a Milano enoteche e bar hanno avuto la chiusura imposta alle 18.00. Tutti hanno e abbiamo detto la nostra, chi tra amici e parenti, chi pubblicamente.

Tutti ci siamo informati e nonostante le informazioni non siano state troppo chiare, si è capito presto che non era la probabilità di morte il fulcro della questione, ma la necessità di ridurre il contagio.

Per quanto non piaccia e nuocia all’ economia o alle nostre abitudini, il buon senso deve prevalere! La sanità non può far fronte ad un numero eccessivo di ricoveri e non si parla solo di possibili contagi da Coronavirus, riguarda tutti i malati! Non ci si immagina neanche, se non la si vive, quale sia la reale difficoltà di una città come Milano ad esempio, nel gestire la routine sanitaria.

Per questo non si può minimizzare e non si può dire “Tanto non si muore”. Ecco perché tutti gli eventi sono stati annullati, sospesi o rimandati. Prowein e Vinitaly gli ultimi pochi giorni fa, senza dubbio nel mondo del vino quelli che hanno avuto più impatto. Il giorno prima di Vinitaly anche il Pesaro Wine Festival del 4/5 aprile e quasi contemporaneamente Cosmofarma per farmacia e cosmesi, che slitta al 22/24 maggio. Così per tutti i settori, pensiamo al Salone del Mobile.

Pesaro wine Festival 2020 rimandatoStamattina ho visto che è stato sospeso anche Vini Selvaggi a Roma, a cui avrei voluto partecipare e infatti avevo già acquistato i biglietti del treno. Vista la situazione e immaginando che non si sarebbe tenuto, ho approfittato del rimborso offerto da Trenitalia per tutti i viaggi già prenotati. Tutto questo è inevitabile che dispiaccia, destabilizzi e, sì, siamo sinceri, scocci. A più livelli e in modo direttamente proporzionale ai propri interessi.

Questi due mesi, anche nel mio piccolo sarebbero stati importanti. Avevo pronto tutto il mio piano, che vi sto raccontando ora, che si è disgregato giorno dopo giorno. Mi è dispiaciuto, soprattutto all’ inizio, ma visto l’ evolversi della situazione l’ ho trovato inevitabile.

Le conseguenze ovviamente saranno pesanti sull’ economia, sul turismo e per molte attività. Dobbiamo cercare di sostenere le realtà locali o che ci stanno più a cuore. Adesso per quanto possibile, ancora di più nei prossimi mesi quando tutto si sarà risolto.

Vini Selvaggi Roma 2020 rinviatoAl di là del fatto che tutti gli eventi a cui avrei dovuto partecipare al momento non si terranno, ho annullato un viaggio personale per un pranzo di conoscenza con un nuovo gruppo di persone, di cui da poco faccio parte. Se alcune indicazioni ci vengono date, rispettiamole, soprattutto per quello che è il superfluo. Non priviamoci della nostra quotidianità, dell’ aperitivo, della colazione al bar, del pranzo/cena fuori casa, dello shopping, ma cerchiamo di essere rispettosi. Più verso la comunità che verso di noi! Allarghiamo il pensiero e la visuale.

Come credo tutti, seguirò l’ evolversi della situazione e continuerò ad informarmi da chi conosce l’ argomento. Cerco di avere pazienza ed essere positiva, dedico energie e tempo disponibile a nuove idee, riconoscendo di essere fortunata nella mia condizione. Sto segnando tutte le nuove date degli eventi e spero di riuscire a partecipare a tutto quello che avevo previsto. Certo, qualcosa sicuramente si accavallerà, magari anche ad eventi già in programma da tempo. Per Cosmoprof e Vinitaly è già così purtroppo. Dall’ 11 al 15 giugno il primo, dal 14 al 17 il secondo, ma mi organizzerò e parteciperò ad entrambi.

Nuove date Cosmoprof 2020 e Vinitaly 2020 giugnoStessa cosa anche per Cosmofarma e Only Wine, a cui già prima avrei dovuto rinunciare, perchè rispettivamente negli stessi giorni di Vinitaly e Pesaro Wine Festival. Adesso credo sceglierò uno dei due. Proviamo a fare tutto il possibile, per sostenere gli eventi in cui crediamo e le realtà che ne fanno parte. Nel frattempo usiamo prudenza e buon senso.

Se avete altre manifestazioni da segnalare per i prossimi mesi, indicatemele in un commento. Per maggio io avevo segnato Best Stars Wine e Vinoway Wine Selection. Se avete altri suggerimenti, sarà un piacere valutarli!

Intanto vi aspetto su Instagram, o se preferite su FB, in attesa di ritrovarvi per il prossimo articolo.

UPDATE: dopo essere stati posticipati Cosmoprof e Vinitaly sono stati ulteriormente rinviati. Cosmoprof a settembre, dal 3 al 7, mentre Vinitaly salta l’ edizione 2020 e si propone direttamente con quella del 2021 dal 18 al 21 aprile

A presto

Lara

*Foto dai siti degli eventi citati o dalle comunicazioni pubblicate sui loro social

Lascia un commento